.
Annunci online

GBestBlog
Troppo giovane son io, ed il Nero e' un triste colore.

"E' come se le note musicali, creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

(Muriel Barbery)









Gbestblog consiglia


L' eleganza del riccio

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarno
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci troverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA



















 

letteratura
13 novembre 2006
LEGGIMI ANCORA
Ora che sono da sola e che tu
starai dormendo in un nido di paglia
tra le domande e le lune indiscrete
sento dei morsi stranieri arrivare
ma non sono di fame o di sete.
La lontananza consuma il mio tempo
sento le gocce di un'acqua inquinata
buttare sorrisi al di là della siepe
con lo sconforto di un treno che va.
Guardo la gente e leggo la noia
delle giornate borghesi e contorte
una domanda serpeggia nel cuore
"Si vive d'amore o si ama la morte ?"
Il triste respiro di tutto il mio tempo
che si riassume in un turbamento
si squaglierà in un sorso di Aurora
ma tu se mi ami, leggimi ancora.
Lo so che scappando ho lasciato alle spalle
dolori e pazzie sentendomi grande
ma mi manchera' la mia vanga ed il trattore
anche se diverrò Miss Mc Namara.
Mia madre non vede, non sente la nebbia
che adesso rileggo qui nelle mie dita
ha solo un problema, che andava risolto
costosi vestiti: cioè la sua vita.
Non giudicare, non parlarmi addosso
ti prego perdonami, io non posso
Per la mia megera
la bontà e' piu' che rara
ma sappi: io t'amo come te con Guevara.

Per tutti i lettori del blog: la poesia, o il pezzo, come volete definirlo, se cosi' assoluto non dovesse darvi molto senso, rileggete la poesia, nell'apposita sezione dal titolo: "Continuerai ad essere Miss Mc Namara". E' la risposta a quella poesia che scrissi qualche mese dopo.
Ps: Perdonerete il fatto che non ho messo il link relativo alla poesia, ma non riesco a mettere i link dei miei stessi post, anzi, se qualche anima pia, fosse cosi' buona da dirmi come fare, le\ gli sarei grato vita natural durante!

Abbracci.
Andrea.




permalink | inviato da il 13/11/2006 alle 1:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte