.
Annunci online

GBestBlog
Troppo giovane son io, ed il Nero e' un triste colore.

"E' come se le note musicali, creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

(Muriel Barbery)









Gbestblog consiglia


L' eleganza del riccio

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarno
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci troverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA



















 

letteratura
23 gennaio 2007
AVERE ESSERE E DOMANDARSI ANCORA

Avere avere essere e domandarsi ancora

Per quale altro motivo mi specchio nell’aurora

Nella mia voglia di essere e di perdere la testa

Tra mille idiomi semplici e venti di tempesta

Per correre mi barrico nei semplici abbandoni

Percorro viali aridi e singoli perdoni

La notte corre scalpita mi sembra che risponda

Quasi come ogni mare fa con sua sorella onda

Ti sento mentre pensi a qualcosa che non brilla

Alla triste essenza di una goccia che non stilla

Perdonami se sono un puro semplice poeta

Io gioco di parola sono uomo non profeta

Mi giudicano i vati e le semplici emozioni

Non posso non sognarti, dolce eterna perdizione

Ho visto due puttane pettinarsi nella notte

Di volontà prosaiche di inutili abbandoni

Avrò forse sbagliando un sogno fisso in testa

Vorrei tu fossi un anima, ninfa plebea funesta

Adesso chiudo gli occhi la notte mi consola

Mi basta per riflettere un’anima che vola.




permalink | inviato da il 23/1/2007 alle 23:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte