.
Annunci online

GBestBlog
Troppo giovane son io, ed il Nero e' un triste colore.

"E' come se le note musicali, creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

(Muriel Barbery)









Gbestblog consiglia


L' eleganza del riccio

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarno
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci troverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA



















 

11 maggio 2007
FAMIGLIA: DA PRENDERE IN PAROLA
"Il complesso dei famuli, tra cui nella antica società domestica, andavano compresi anche i figli, sottoposti alla potesta' del padre di famiglia".
Cercando il termine famiglia nella sua accezione etimologica eccone il risultato.
Al di là della teorica vetustà del concetto di patria potestà, oserei dire che la manifestazione di domani a Roma, "Il family day", non ha ragione di esistere.
Già ne ero convinto precedentemente, che mica mi serve un dizionario per sapere che tutti hanno lo stesso diritto di avere una famiglia, ma l'etimologia, mi ha fulminato, un po' come San Paolo sulla via di Damasco.
A questo punto entra in gioco il termine "paternità".
La "paternità" è un termine che viene utilizzato per qualunque cosa: poniamo il caso che si conosca il titolo di un libro, ma se ne misconosca l'autore. Ci si domanda la "paternità del libro". Poi magari scopri che lo ha scritto una donna.
Il calcio è anche femminile, per dire, eppure nel caso di autogol, o di tocco impercettibile, si dice: "a chi attribuire la paternita' del gol". Ma se lo ha segnato una donna ?
Questo dimostra inconfutabilmente che, il termine paternità non testimonia che sia un uomo a dover avere il controllo di tutto.
E quindi non necessariamente, la famiglia deve essere composta da un uomo e una donna, ma anche da 2 donne, o 2 uomini.
Gentili signori dell'ecclesia tutta, sono rammaricato (nevvero), ma la lingua della koinè vi da torto.
E non solo quella.



permalink | inviato da il 11/5/2007 alle 23:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 313246 volte