.
Annunci online

GBestBlog
Troppo giovane son io, ed il Nero e' un triste colore.

"E' come se le note musicali, creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

(Muriel Barbery)









Gbestblog consiglia


L' eleganza del riccio

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarno
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci troverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA



















 

politica interna
16 maggio 2008
SONO APOLITICO, OVVERO DELLE ELEZIONI UNIVERSITARIE

In una settimana di campagna elettorale universitaria, ho sentito affermazioni, che in un mese di campagna elettorale nazionale, non avevo neanche sognato.
In primis, liste, candidate nei Consigli di Collegio Didattico, che si dichiaravano "apolitiche".
Questa amenità mi ha mandato in bestia da subito.
L'equazione e' fin troppo semplice: se sei "apolitico", non esisti.
La politica è vita. Si può decidere di essere di sinistra, di destra, di centro, oppure essere anarchico.
Nel caso in cui ci si dichiara "apolitici", bisognerebbe chiamare in causa Parmenide, e dichiararsi "non essere".
Nel momento in cui si decide di difendere i diritti di qualcuno, si decide in che modo farlo, ergo si diventa "politica" ovvero, si vive la vita della "polis".
Bisognerebbe, e dico bisognerebbe, accettare questo dato di fatto.
Ho sentito accusare qualcuno di essere legato ad un dato partito, come se una tessera in tasca, condizionasse il nostro modo di operare all'interno dell'Ateneo.
Dimenticando poi, che, se sui massimi sistemi, ci possono essere delle differenze tra una lista e l'altra, l'interesse e' sempre quello: gli studenti ed i loro bisogni, ovvero, laurearsi ed avere un'Università vivibile.
Ho capito che fa molto breccia, nel cuore della gente, chi urla senza avere niente da dire, solo ed esclusivamente per denigrare.
Chi è in grado di far sentire la propria voce, essendo propositivo è da ammirare, chi cattura consenso strepitando, è incomprensibile.
In piu' ci metto anche che niente di piu' lontano da me, si poteva avvicinare a me. (Questa è un po' criptica mi capisco da solo.).
Colgo l'occasione per ringraziare tutti i ragazzi, vecchi e nuovi di Ricomincio Dagli Studenti , per l'ennesimo sforzo e l'ottimo risultato.
E' stata una campagna complicata, per quello che scrivevo poco piu' sopra.
Ora un po' di riposo e' quello che ci vuole.
Poi non so se la storia ci darà ragione.
Alle brutte proveremo con la geografia.



permalink | inviato da GBestBlog il 16/5/2008 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte