.
Annunci online

GBestBlog
Troppo giovane son io, ed il Nero e' un triste colore.

"E' come se le note musicali, creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

(Muriel Barbery)









Gbestblog consiglia


L' eleganza del riccio

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarno
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci troverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA



















 

diari di viaggio
29 agosto 2008
5 GENNAIO 1999
Stavo riascoltando una delle tante canzoni di Guccini, "Vedi Cara".
Mentre la ascoltavo, pensavo a quando in una fredda sera del Gennaio 1999, l'ho conosciuto.
E' stata un'esperienza formidabile. Per la sua semplicità.
Io e mio padre, decidiamo di andare a Bologna, a vedere la Lazio. Mio padre mi dice: "Partiamo sabato pomeriggio, la sera, dobbiamo essere assolutamente a Bologna". Sono contento, dato che non dovremmo fare la solita corsa da tifoso in trasferta. Lasciamo Roma, e arriviamo, quasi al tramonto a Bologna. Mio padre comincia a girare per la citta', chiedendo informazioni, delle quali non mi rende partecipe. Si ferma anche in un paio di hotel tanto che penso che stia cercando una camera. Scendo puntualmente dalla macchina, ma lui mi fa risalire, immediatamente ogni volta.
Ad un tratto, arriviamo in una strada che ricordo abbastanza buia, e davanti a me appare la scritta "OSTERIA DA VITO". Da consumato Guccinomane, capisco al volo, e mi si illuminano gli occhi.
Entriamo, ci sediamo, e quando si avvicina il cameriere per ordinare, mio padre gli chiede: "Scusa, Francesco quando ripassa ?".
Se una cosa del genere la domandi a Roma, il Centro di Igene Mentale, e' tuo, immediatamente, il ragazzo dell'osteria invece risponde: "E' andato al cinema, ripassa sicuramente piu' tardi".
Il piu' tardi del cameriere, è un modo molto delicato per dire "Notte fonda". Io e mio padre, verso le 2 meno un quarto abbiamo gia' assaggiato tutto il menu' e svuotato la cantina del locale, quando, in tutto se stesso, si palesa Guccini. Un metro e 90 di uomo tutto d'un pezzo.
"Buonasera a tutti" esordisce.
Ora, se una cosa del genere accadesse a Roma, che ne so, con Proietti, dovrebbero chiudere il locale, per evitare il disturbo della quiete pubblica.
Nella fattispecie, Guccini, viene salutato come un vecchio amico, qualche pacca sulla spalla, ma niente di piu'.
Devo prendere coraggio, almeno andarlo a salutare.
Mi alzo, e mi dirigo verso il tavolo dove ha preso posto, lo saluto dicendogli: "Francesco sei un grande" e lui risponde: "Per il momento dicon che sono alto".
Adoro quest'uomo.
Mi risiedo, soddisfatto.
Io e mio padre, oramai siamo completamente in balia di Bacco (io invece col tabacco sto messo male, mi rimangono si e no 6 sigarette, un dramma).
Si sono fatte oramai le 3, quando, ci accorgiamo, che nel locale, siamo rimasti, io, mio padre, una signora di Bologna, seduta al tavolo vicino al nostro, Guccini ed un suo amico.
A quel punto, accade una cosa, che sognavo da anni.
Guccini si gira verso di me, mi guarda e mi fa: "Andrea vieni qui, a sederti vicino a me".
La prendo benissimo.
Cado con la faccia nel piatto dall'emozione.
"Papa' che faccio vado ?"
"E certo, e quando ti ricapita ?"
Mi alzo e mi dirigo verso il tavolo di Francesco, sedendomi di fianco a lui.
Invita anche mio padre.
E cominciamo a chiacchierare come fossimo amici di vecchia data.
Mio padre tira fuori una macchinetta fotografica e gli chiede:
"Francesco posso farti una foto con mio figlio ?"
Lui accetta di buon, anzi ottimo grado.
Verso le 4 e mezza, quando il sonno si fa sentire anzicheno', decidiamo, tutti di andare a dormire.
Francesco mi stringe la mano, dicendomi: "Ti aspetto al prossimo concerto a Roma!"
Io gli dico: "Ok! Senti Francesco, avresti una sigaretta da offrirmi le ho finite"
Lui tira fuori il pacchetto di immancabili MS, e ne tira fuori una dicendo: "Certo, tieni".
Quella sigaretta, mai fumata.
Il giorno dopo la Lazio ha vinto 1 a 0 con gol di Vieri su cross di Pancaro.
Ma il risultato della partita, era la cosa che mi interessava meno, detto tra noi.

PS: La foto con Guccini, non la ho mai vista, mio padre dimentico' il flash e vennero irrimediabilmente buie.
In quel momento compresi Edipo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Quando ho conosciuto Guccini

permalink | inviato da GBestBlog il 29/8/2008 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
24 agosto 2008
SONO TORNATO
Ritornato dalle vacanze.
Due settimane intense anzicheno'.
Accompagnate dalla lettura di Camus.
Seguira' nei giorni successivi un resoconto dettagliato.
Vi abbraccio.

Andrea.



permalink | inviato da GBestBlog il 24/8/2008 alle 0:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
6 agosto 2008
QUANDO QUESTA MERDA INTORNO
Sempre merda resterà, riconoscerai l'odore perchè questa è la realta'.


Ma se di questa realta' mi fossi rotto ????



permalink | inviato da GBestBlog il 6/8/2008 alle 15:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
politica interna
25 luglio 2008
LETTERA AL SEGRETARIO
Fare parte di un partito, è difficile, oggi, più di quanto non lo fosse negli anni 70. Negli anni 70 era "pericoloso", perchè una certa idea, ti poteva condurre, volente o nolente, all'assaggio del piombo. E non è che il piombo abbia un buon sapore. Anzi.
Oggi "fare" politica, soprattutto per la mia generazione, è, diciamocelo pure, spiazzante, almeno all'inizio. Ci vogliono convincere che siano finite le ideologie. Ed invece no. Sono semplicemente cambiate, sono scorse, nella migliore ottica del Panta Rei. Una volta c'erano Berlinguer e Almirante, contrastati dalla Democrazia Cristiana, oggi Il Partito Democratico e Berlusconi. Eccola la differenza. 40 anni fa, si riconoscevano 2\3 leader ben distinti, oggi, siamo davanti ad una persona (Berlusconi), che ne comanda altre, ed un partito con tante anime.
Mi ha colpito ieri la dichiarazione di un compagno:
"Ogni tanto di notte, mi sveglio e trovo mio padre, davanti al televisore, che piange davanti ai funerali di Berlinguer, eppure e' socialista".
Alla sinistra, intesa come Partito Democratico, manca, almeno nella parte veltroniana, l'accettazione del fatto che le ideologie esistono. Bersani l'altro ieri, a Frascati diceva:
"Quando parliamo di berlusconismo, parliamo di una ideologia". Vero. La differenza con il marxismo, e' che quella dell'uomo di Arcore, e' incentrata su di sè, quella del barbuto Karl, tendeva, almeno nelle intenzioni al bene comune.
Prendere coscienza che le ideologie esistono. Questo bisogna fare segretario! Il Pci, dal quale provieni, aveva una ideologia, ben chiara, ma si occupava anche di quello che occorreva ai cittadini, agli italiani.
"Anche l'operaio vuole il figlio dottore". Ripartiamo da qui, ricominciamo a pensare "ideologicamente", non c'e' nulla di male. Anzi, forse la nostra politica, segretario, migliorera' nel momento in cui faremo questo. Le ideologie non sono pericolose.
Sono affascinanti e utili. Ci fanno vivere. E io senza ideologia non ci so stare.
Altrimenti, mi costringerai, a non stringerti la mano, ancora per molto tempo.

Andrea.
letteratura
22 luglio 2008
RICCIOMINCIO AD EMOZIONARMI
E' un bel libro.
La recensione la scrivo prima di averlo finito, per un semplice motivo: se lo facessi nel momento in cui dovessi chiudere l'ultima pagina, dovrei scrivere: "E' stato un bel libro". Meglio dirlo prima. Meglio rendervi partecipi di questa meraviglia.
"L'eleganza del riccio", non è un bel libro. E' un grandissimo libro.
E' il libro che avrei sempre voluto scrivere. E' quello che avrei sempre voluto leggere. Perche' ?
Perche' dice al mondo quello che penso del mondo. Perche' non e' un racconto convenzionale. Perche' non e' un libro.
E' la vita.
Forse non mi ucciderei mai a 13 anni come la piccola Josse, almeno corporalmente, ma di sicuro, "ucciderei", quello che di me non va.
Questo libro scardina i luoghi comuni.
Fa vivere due mondi distanti, insieme.
Ringrazio colei che me l'ha regalato, piu' che per il libro, per le emozioni che mi suscita.





permalink | inviato da GBestBlog il 22/7/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
13 luglio 2008
SE GUARDI NELLE TASCHE TROVERAI....

...gli spiccioli che ieri non avevi ma, il tempo andato non ritornerà.




permalink | inviato da GBestBlog il 13/7/2008 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
8 luglio 2008
LA VITA E'....
...come un quadro. Appesa ad un chiodo. Il problema e' che in un giorno o in un'ora qualsiasi, il chiodo decide di staccarsi. E tu quadro, cadi a terra.



permalink | inviato da GBestBlog il 8/7/2008 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
8 luglio 2008
SPEGNETE LE LUCI ALLA CENTRALE ELETTRICA
Magari sono io.
Il che puo' anche essere.
Pero' uno che canta degli incubi dei pesci rossi (e non si preoccupa minimamente degli attacchi di panico della trota salmonata), e' veramente troppo.

Magari, loro, mi odieranno.
Pero' ragazzi lo sapete che vi voglio bene!
Ps: Ammazza se ero bello coi guanti da polizia scientifica e la parannanza!



permalink | inviato da GBestBlog il 8/7/2008 alle 4:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
1 luglio 2008
CI VUOLE UNA CERTA "FIBRA" PER SOPPORTARE TUTTO CIO'
Probabilmente saro' veterocomunista dentro.
Forse sto semplicemente diventando esigentissimo.
O forse, ho semplicemente ragione.
Fate vobis.
Fatto sta, che questa Festa Dell'Unità (o Festa Democratica),non mi sta piacendo.
Nello specifico, non mi e' piaciuto il concerto di Fabri Fibra di stasera.
Non so, ho un rapporto idiosincratico con un certo tipo di artisti.
Ho sempre pensato, che la Festa dell'Unità, fosse per cantanti tipo Guccini, De Andre', De Gregori.
Insomma. voglio dire, artisti che coinvolgano il pubblico.
Vedendo il concerto del Fibra, invece, stasera ho formulato il pensiero di "dittatura musicale".
Probabilmente ho dei preconcetti, non posso dare per scontato non sia cosi', ma vedere dei ragazzi sotto il palco, che, piu' che coinvolti erano coercizzati, da un unico movimento, stile, mano a paletta, beh, mi ha lasciato l'amaro in bocca.
E non è tanto per il tipo di musica, a buon bisogno l'hiphop posso anche sopportarlo.
Sono i contenuti dei testi, che sono pressoche' pari a zero, a mio parere.
E vedere questi ragazzi cantare il niente, devo dire che mi ha fatto riflettere.
Diamine, veniamo dalla tradizione che insegna che "dai diamanti non nasce niente e dal letame nascono i fior", non da "applausi per Fibra".
E attenzione non discuto il cantante in se stesso, quello e' un altro discorso.
Discuto il contesto in cui si fa esibire.
Non era quello adatto.
Se poi, devo dare un parere sul cantante, allora posso dire, che capisco perche' come nome d'arte ha scelto Fabri Fibra. In effetti e' in linea soprattutto la seconda parte del nome, perche' al sottoscritto, la musica di questo personaggio, fa veramente cagare.

PS: Complimenti.
Dopo le Nazionali e le Comunali, stiamo rovinando anche una festa storica. Per fortuna che non c'e' uno scrutinio anche per questa.

PS2: Non si puo' dare l'ergastolo ha chi ha coniato il motto della festa di quest'anno ?
CIAO, BELLA.
Cosa faremo il prossimo anno ? Immagine di un tifone con sotto la scritta: IL VENTO, FISCHIA ?
25 giugno 2008
- 48
Conto le ore.
Sono quelle che mancano ai miei 28.




permalink | inviato da GBestBlog il 25/6/2008 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
22 giugno 2008
PRANZO MODELLO DC


Dopo un pranzo del genere mi do al digiuno!!!!!
Estremo!!!!!!




permalink | inviato da GBestBlog il 22/6/2008 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
19 giugno 2008
50 MILA E PIU' VOLTE GRAZIE
Quando ho iniziato questa avventura, poco piu' di 2 anni fa, non credevo che ci sarei riuscito.
Cinquantamila contatti.
(Anche un po' di piu' ora che scrivo).
Vi ho e ci siamo raccontati parti di vita, abbiamo commentato notizie, riso.
Personalmente ho fatto amicizie, virtuali e non, questa esperienza continua, e continuera' fin quando mi divertiro'.

Un abbraccio ed un grazie a tutti!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 50 mila visite ringraziamenti

permalink | inviato da GBestBlog il 19/6/2008 alle 23:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
19 giugno 2008
SOGNI D'AMORE \ 4

Senza questi 2, oramai non saprei come fare! Io li adoro! Stratosferici!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Telenovela Piemontese

permalink | inviato da GBestBlog il 19/6/2008 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
12 giugno 2008
QUEI BRAVI RAGAZZI
Facoltà di Lettere e Filosofia.
Grondaia esterna all'aula rappresentanti.
Un genio d'altri tempi vi ha attaccato una serie di figurine, raffiguranti scrittori, artisti, pensatori e capi di stato dichiaratamente Comunisti.
L'idea è anche ben pensata.
Presente la figurina di Pertini, quella di Rosa Luxemburg, quella di Berthold Brecht.
Poi scorri scorri, e trovi, giubilo dei giubili, quella di
Ceaucescu.
L'iniziativa, da lodevole, diviene immonda.
Sicuramente, se lo sconosciuto ha fatto cio', quelli attaccati alla grondaia, dovevano essere doppioni.
Pero' mi chiedo chi ha il coraggio di fare una raccolta di figurine, con Ceaucescu presente.
Che Pertini, dal suo sepolcro, sara' incacchiato nero.
Per finire un appunto all'attaccatore sconosciuto.
Quella di Stalin ce la potevi pure mettere di fianco a Ceaucescu.
(O e' passata in cavalleria l'usanza che gli stronzi vadano sempre in coppia ?)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Figurine Comuniste Capi di Stato

permalink | inviato da GBestBlog il 12/6/2008 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 giugno 2008
INTERVISTA AD UN BRIGATISTA

In questi video, un'intervista a Franco Bonisoli, facente parte dell'Esecutivo delle BR, responsabili del Rapimento Moro.
5 giugno 2008
A GIL TOCCA NON SE INGRUGNA.
In questo luogo, abbiamo iniziato una discussione dal titolo di cui sopra.
Alla fine abbiamo partorito, dei detti popolari e titoli di film libri o canzoni, incentrati sul buon Grissom e gli altri personaggi dei vari CSI.

Eccone l'elenco.

"Gil fa per sè, fa per tre"
"Gil la fa, l'aspetti"
"Gil ben comincia, è a metà dell'opera"
"Gil va sano, va lontano"
"Grissom guaio a China Town"
"Indovina Gil viene a cena"
"Samantha, Gil ?"
"Il mio grosso grasso matrimonio Grissom"
"Rio Mare, il tonno che si taglia con un Gri(ssom)ssino"
"Grissom si e' fermato a Eboli"
"Attenti al Caine!"
"Caine che abbia non morde"
"Non svegliare il caine che dorme"
"Cave Cainem"
"GSI (Grissom Scene Investigation)"
"i famosi grissini Grissombon"
"Will & Grissom"
"Indovina Gil"
"Gil l'ha visto?"
"Se le cose non le CSI salle"
"Senti Gil parla"
"L'Horatio di religione"
"Sempre cara mi fu quest'erma Callie"
"Can I ? Yes you Caine"
"Gilling me softly"
"Amity Gil"
"Gillo Cedrone"
"Gilstmas whisperer"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Gil Grissom

permalink | inviato da GBestBlog il 5/6/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
2 giugno 2008
REPUBBLICANO SEMPRE, REPUBBLICHINO MAI
Buon 2 Giugno a tutti.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 2 Giugno Festa della Repubblica

permalink | inviato da GBestBlog il 2/6/2008 alle 13:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sentimenti
27 maggio 2008
MORTO UN PAPPA, SE NE FA UN ALTRO
 
E' stato deciso, dalla Associazione Artisti Fallocrati Internazionali, che alla morte del porno attore veterosocialista, Rocco Siffredi, si svolgera' un concorso di pittura, che vedra' coinvolti tutti\e coloro che vorranno partecipare, per commemorare la memoria del Grande Artista.
Il titolo dell'Iniziativa sara':

"Dipingere il Fu Toro"

Pare che si stiano gia' muovendo parecchi artisti, per fondare il movimento FUTORISTA.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rocco on our Mind

permalink | inviato da GBestBlog il 27/5/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
19 maggio 2008
NON SO SE DIO C'E', MA IL DUBBIO ALMENO MI TOCCA
 
Dopo aver letto questo mi sento molto meglio.
Ho evitato visioni del Tg 4 a scopo punitivo, ma soprattutto, continuero' ad avere un motivo per guardare Csi.
Caro Grissom, se sapessi quanto ti invidio!
18 maggio 2008
THE DARK SIDLE OF THE MOON PARTE 2
Dopo questa notizia sono ufficialmente in lutto da telefilm. Sto pensando seriamente di cominciare a vedere tutte le puntate del Tg 4 per punirmi.
Quasi fosse colpa mia.
Las Vegas non sarà (o non Sara ?) più la stessa.
Credo che ora mi ritirero' nella mia stanzetta a costruire miniature.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Csi non e' Csi senza Sara Sidle

permalink | inviato da GBestBlog il 18/5/2008 alle 2:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
16 maggio 2008
SONO APOLITICO, OVVERO DELLE ELEZIONI UNIVERSITARIE

In una settimana di campagna elettorale universitaria, ho sentito affermazioni, che in un mese di campagna elettorale nazionale, non avevo neanche sognato.
In primis, liste, candidate nei Consigli di Collegio Didattico, che si dichiaravano "apolitiche".
Questa amenità mi ha mandato in bestia da subito.
L'equazione e' fin troppo semplice: se sei "apolitico", non esisti.
La politica è vita. Si può decidere di essere di sinistra, di destra, di centro, oppure essere anarchico.
Nel caso in cui ci si dichiara "apolitici", bisognerebbe chiamare in causa Parmenide, e dichiararsi "non essere".
Nel momento in cui si decide di difendere i diritti di qualcuno, si decide in che modo farlo, ergo si diventa "politica" ovvero, si vive la vita della "polis".
Bisognerebbe, e dico bisognerebbe, accettare questo dato di fatto.
Ho sentito accusare qualcuno di essere legato ad un dato partito, come se una tessera in tasca, condizionasse il nostro modo di operare all'interno dell'Ateneo.
Dimenticando poi, che, se sui massimi sistemi, ci possono essere delle differenze tra una lista e l'altra, l'interesse e' sempre quello: gli studenti ed i loro bisogni, ovvero, laurearsi ed avere un'Università vivibile.
Ho capito che fa molto breccia, nel cuore della gente, chi urla senza avere niente da dire, solo ed esclusivamente per denigrare.
Chi è in grado di far sentire la propria voce, essendo propositivo è da ammirare, chi cattura consenso strepitando, è incomprensibile.
In piu' ci metto anche che niente di piu' lontano da me, si poteva avvicinare a me. (Questa è un po' criptica mi capisco da solo.).
Colgo l'occasione per ringraziare tutti i ragazzi, vecchi e nuovi di Ricomincio Dagli Studenti , per l'ennesimo sforzo e l'ottimo risultato.
E' stata una campagna complicata, per quello che scrivevo poco piu' sopra.
Ora un po' di riposo e' quello che ci vuole.
Poi non so se la storia ci darà ragione.
Alle brutte proveremo con la geografia.



permalink | inviato da GBestBlog il 16/5/2008 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
12 maggio 2008
THE DARK SIDLE OF THE MOON


Che poi può darsi che sono matto io, pero' io per questa donna qui
potrei fare palesemente delle follie.
Ammetto.
Ho sognato varie volte di essere non so, una spora, un vetro rotto, addirittura un'impronta digitale.
Mia zia sostiene che ella bella non e'.
Ma non e' bello cio' che e' bello, ma che bello che bello che bello.
E si le cose non le CSI, salle.

11 maggio 2008
CONCERTO 10 MAGGIO
 


Sono stato a vedere un concerto di violino.

Attendo ansioso che violìno me.



















permalink | inviato da GBestBlog il 11/5/2008 alle 21:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
10 maggio 2008
CENTRO SOCIALE
Silvia.... rimembri ancor....
A saperlo prima....
Che mi ero perso....




permalink | inviato da GBestBlog il 10/5/2008 alle 1:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 maggio 2008
ANALISI DEL VOTO
Riunione post elettorale: abbiamo analizzato, sviscerato, cercato di capire, il dato nazionale e romano.
E per spiegare, al di là del campanilismo, la debacle rutelliana, userò una frase di Michele :

"Roma non è fascista. Era stanca."

Assolutamente condivisibile.
E Alemanno, sarà sindaco per almeno 2 mandati.
Mettiamoci l'anima in pace.
Il ricambio era fisiologico e c'e' stato.
Ora la palla passa a lui.

(Intanto all'Università scopro che c'e' chi, nel contesto di NCIS, non impazzisce per Toni Di Nozzo, ma per Mc Gee, e questo mi fa molto piacere, per quanto, Gibbs, ha un suo pubblico anzichenò.)



permalink | inviato da GBestBlog il 6/5/2008 alle 22:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
2 maggio 2008
IL TANTRA

Ho scoperto che ci sono 2 tipi di Tantra.
Quello della Mano Destra, che è dedicato alla Fatica e alla disciplina.
Quello della Mano Sinistra, che è quello piu' godereccio, e orientato verso il piacere.
Sicuramente sposo il secondo.
O quantomeno, MI PIACEREBBE TANTRA.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tantra mood essere against

permalink | inviato da GBestBlog il 2/5/2008 alle 20:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
28 aprile 2008
ABBIAMO PERSO LE NAZIONALI, MA ANCHE LE COMUNALI

 Siamo riusciti in una impresa veramente titanica.
Perdere anche Roma.
E di tanto.
ALEMANNO GIOVANNI       783.225 Percentuale: 53,656 % 
RUTELLI FRANCESCO       676.472 Percentuale: 46,343 %
Che sarebbe stata una battaglia difficile e tendenzialmente a perdere, ce ne eravamo resi conto presto.
Durante i volantinaggi, molte persone, se da una parte accettavano volentieri le brochure del nostro candidato al municipio, di Veltroni e di Zingaretti, dall'altra rifiutavano Rutelli.
Rutelli è già stato sindaco di Roma, è vero.
Paga anche leggende metropolitane tipo quelle sulla STA.
Da come la si raccontava in giro, sembrava che sua moglie, Barbara Palombelli, andasse in giro di notte a svuotare le colonnine dei parcheggi a pagamento.
Quello che sorprende, è che in molti seggi è andato in scena, "il voto disgiunto".
Vinceva Zingaretti, perdeva Rutelli.
Allo stesso tempo, quasi tutti i Municipi in cui si era andati al ballottaggio, sono stati assegnati al Centro Destra.
Si completa così lo spostamento a destra della Nazione.
Uscendo dalla Sezione, oggi però sono rimasto colpito dall'efficenza della giunta Alemanno.
All'altezza del locale Nazca, in zona Ostiense, fino a 5 ore fa c'erano due buche che non erano buche, ma crateri.
Miracolosamente, alle 17 di oggi, a spoglio quasi ultimato, le buche erano state chiuse.
Quando dici il cambiamento.
Ci saranno due vantaggi, ora con Gianni Alemanno sindaco.
Finalmente a Roma, i treni passeranno in orario, e potremmo dormire con le porte aperte.
Gli artigiani delle porte blindate sono già disperatissimi.
Ora cari lettori, scusate ma devo andare.
Mi sono appena iscritto ad una scuola di canto.
Devo imparare in tempi brevi, "Faccetta Nera".
Potrebbe sempre servire.
E io so fare di necessità virtu'.




permalink | inviato da GBestBlog il 28/4/2008 alle 20:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
27 aprile 2008
CHIARA INTENZIONE DI VOTO
Se sulla scheda trovate questo e' chiara intenzione di voto (Sorella di Marica Intenzionedivoto)



Daje France'!



permalink | inviato da GBestBlog il 27/4/2008 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
27 aprile 2008
GENERALMENTE
 Discutevo con Michele sui significati delle parole composte. Mai nessuno mi aveva contraddetto.
Generalmente.




permalink | inviato da GBestBlog il 27/4/2008 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
26 aprile 2008
DE AUTOBUS NON DISPUTANDUM EST
Roma è una città veramente folle.
Lo dico da romano.
Da Lunedì sera, rischiamo di ritrovarci come sindaco Gianni Alemanno, il cui Curriculum VItae si commenta da solo.
Ieri alla manifestazione del 25 Aprile, qualche sconsiderato, ha avuto la felice idea di prendersela con uno dei manifestanti la cui unica "colpa", era quella di essere ebreo. E meno male che noi dovremmo essere quelli tolleranti.
In più ci si mette il già citato Alemanno, che asserisce di sentirsi offeso per non essere stato invitato al corteo.
Come dire: "Quando la sfacciatagine non ha fine".
Ciliegina sulla torta alla giornata di ieri: Il presidente del consiglio in Pectore, mentre i cittadini, ricordano il sacrificio dei Partigiani per la Patria, cosa decide di fare: di incontrarsi con Ciarrapico.
I commenti li lascio a color che sono di buon senso.

Ma veniamo ad oggi.
Giuro che il prossimo presidente dell'Atac, che mi dirà di prendere i mezzi pubblici, perchè cosi' inquino di meno, riceverà da me, non lettere, ma tomi di protesta.
Stamattina alle ore 11.45 decido di uscire, dato che ho un appuntamento con mio padre alle 12.45 a Testaccio.
Tomo tomo, cacchio cacchio, mi avvio verso la fermata del bus di Magliana. E mi pongo in attesa.
E' sabato, quindi ho messo in preventivo che l'attesa potrebbe essere più lunga del solito.
Passa un quarto d'ora e si fa mezzogiorno.
Intanto un signore accanto a me si organizza la serata con un amico, che a quanto riesco a comprendere, deve arrivare da Firenze. Beati loro mangeranno insieme.
Ancora 10 minuti. Ore 12 e 10. Un'altra sventurata come me, che attende il 719, telefona a non so chi lamentandosi in un linguaggio che non comprendo, la ragazza deve essere di qualche zona dell'Africa. Qualunque cosa stia dicendo, non deve essere molto bella nei confronti di un qualsivoglia conducente dei mezzi pubblici.
Non capisco una parola che sia una, ma, ripeto, ascoltando il tono, sono assolutamente d'accordo con la signorina.
Si fa Mezzogiorno e 35.
Il signore di cui sopra, che si e' organizzato col fiorentino, ha intanto telefonato a tutta Roma (Nord Sud Ovest Est e forse quel che cerco neanche c'e').
La ragazza africana ha stramaledetto tutte le linee dal 3 passando per il 46 barrato arrivando al 719, che pero' non passa.
Mezzogiorno e 45. Comincio a comprendere che se avessi adottato il metodo ST Sola e Tacchi, a quest'ora, non solo avrei pranzato, ma a buon bisogno anche digerito.
Ore 13 e 05 : Il tizio che si e' organizzato con il fiorentino e contestualmente ha telefonato a tutta Roma, decide di andare a prendere il treno che lo riporta al lavoro, dopo aver pronunciato parolacce che neppure io conosco.
Ore 13.25: Ho delle allucinazioni competitive quando vedo in lontananza passare il sesto 128. Mi comincio leggermente ad incazzare,
Alle 13.35 si staglia la sagoma meravigliosa del 719!
Sperando non si tratti di un miraggio, salgo e prendo posto dietro l'autista.
Arrivo a destinazione alle 14.
Per percorrere circa 3 chilometri, in sostanza, ci ho messo 2 ore e un quarto.
Niente.
La cosa buffa e' che non e' mai colpa degli autisti.
No infatti.
E' colpa dei finanziamenti del PCUS al PCI.
Del Muro di Berlino.
Della Guerra Fredda.
Di quella tiepida.
A buon bisogno pure di Lotito.
Ora scusate.
Vado.
A Giugno ho un matrimonio.
Ma siccome devo andarci coi mezzi, e' meglio che mi muovo un po' prima.
Non si sa mai, ci fosse traffico.

Questo post e' offerto dal Deposito ATAC di Magliana.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi alemanno atac ciarrapico

permalink | inviato da GBestBlog il 26/4/2008 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte