Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

MA CRISTINA D'AVENA CE LA HA UNA VITA PRIVATA ?

I nostri genitori ballavano con in sottofondo "Reality", colonna sonora de "IL TEMPO DELLE MELE".
Molti di noi si sono innamorati, o quantomeno presi la prima cotta grazie a Whitney Huston (la prima cantante un po' donna un po' razzo spaziale) che cantava "I WILL ALWAYS LOVE YOU", e le ragazze sognavano Kevin Costner nonostante il ballerino di turno fosse magari fornito di armamentario orale in acciaio 18\10, mentre i ragazzi la bella pelle ambrata della cantante americana, nonostante la ballerina portasse dei fondi di bottiglia che qualcuno si ostinava a definire occhiali.
I balli molte volte erano ridicoli, e nel momento in cui, il genio della festa spegneva la luce per facilitare la concupiscenza dei Ginger e Fred di turno, causa sbadataggine era solito sentire un rumore che si aggirava tra l'elefante in un negozio di cristalli e la caduta dalla mensola della cucina della batteria di pentole neo acquisto della mater familias, nelle televendite di Giorgio Mastrota.
Esiste un personaggio, una donna, che ha segnato l'esistenza di noi ragazzi.
Prima ha cantato le sigle di qualunque cartone animato del mondo italico emerso, poi ad un tratto si e' scoperta la Houdrey Hapburn de noantri, decidendo di recitare nella versione in pellicola di una delle sue sigle, "Kiss Me Licia", dove si innamorava di uno psicopatico con i capelli gialli a sfumatura rossa, che suonava con un personaggio dai capelli viola e viveva con un fratellino piu' piccolo di nome Andrea (sigh!), con i capelli BLU. E apparte i diverbi chiari dei due personaggi con il parrucchiere, erano proprietari di un gatto parlante!
E non finisce mica qui: ma qualcuno di voi si ricorda il COGNOME o di Mirko o di Licia (nomi chiaramente nipponici oltretutto) ?
Questi 2 non hanno un'identita' chiara, e in piu', lui suona in un gruppo che si chiama "LE API DOMESTICHE".
Ma ora il problema, non e' il tubo catodico, ma sapere come Madama D'Avena convive con la sua eredita' canterina.
O meglio, all'inizio parlo de "IL TEMPO DELLE MELE" e "I WILL ALWAIS LOVE YOU".
Ma la domanda che mi pongo da almeno un decennio e' questa (chiaramente ancora senza risposta): come sara' la vita privata della buona Cristina ?
Di solito se uno vuole fare il galantuomo, e anche un po' lo sborone, porta la donna con la quale si frequenta, da Chez Maxim.
Cristina D'Avena pretendera' di essere portata sempre al Mambo ?
Mangera' solo polpette invece delle transalpine escargot.
E in particolar modo: nel dopocena, mentre i 2 innamorati si rilassano sul divano bevendo qualcosa, mentre noi comuni mortali, metteremo qualcosa di soft, ella cosa vorra' ascoltare....
Immaginate il dialogo:
- Cara, ho qui con me un'inedito di Edith Piaf, per te va bene ?
- No caro, scusa potresti mettere Fivelandia 8 ?
Immaginate il povero cristo che deve approcciare Cristina sulle note di Holly e Benjii....
Oh inquieta' eta'......

Pubblicato il 28/7/2006 alle 10.58 nella rubrica Film e varie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web