Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

GENERAZIONE OCCULTA

Lascio a voi queste parole
mi conviene.
Sogno posti dove non potro' mai arrivare
ma non mi sono arreso
รจ solo e solamente poesia
sogno improbabili alcove
dove covare ricordi
parole peregrine
per un semplice bicchiere di vino.
Benestare del pensiero
rimugino come fossi un combattente sconfitto
ma credo
quindi non penso.
Ossequi padrone
vado via
dove non mi potrai mai raggiungere
ed io saro' re di me stesso
del mondo che mi sono costruito.
Sono pazzo ?
Forse.
Ma sono libero.
Non riesci piu' a leggere cio' che scrivo ?
Che paura
mi fa
la mia generazione
occulta
da alti ed erti otri di bugie
vorrei accavallare le gambe e ricredermi
perche' nessuno e' piu' capace di dire
dare e rispondere.
Abbiamo delle responsabilita' e dobbiamo sentirle
dobbiamo sentirle
anche se non c'e'
nessuno che le ascolta
la colta societa'
liberista
sta a guardare
dalle are della sua verita'
la vita che scorre
nelle ore vuote della notte
le onte che non sa cancellare.
Qualcuno vi avrebbe detto:
"per quanto voi vi crediate assolti siete lo stesso coinvolti"

Pubblicato il 17/9/2006 alle 13.48 nella rubrica Poesie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web