Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

VORREI



Vorrei venirti a cercare ogni volta che taccio
anche quando qui piove
ed io dentro non mi piaccio
Tralicci spolpati
svolazzano
ogni momento รจ buono
per diventare tempesta
per rinascere tuono
Lungimiro
spadroneggiato,
quando per ricordare,
devo fermarmi
manigoldo
francamente derelitto
dal delitto ideologico,
tradito
dalla mia generazione,
che ascolta
un vuoto, quando niente
nell'ente inestricabile
accatasta bile
in letture recalcitranti
Tirocinato al punto da inseguire
per non essere mai raggiunto
ma giungo
e funziono
come rima e come suono
Nichilista.
Basito torno alla base
e faccio magie uniche,
che,
entropizzano tutto il sole,
che vorrebbe uscire,
gioioso,
dadaista.
Sperimento,
tonnellate di parole.
Ma quando arrivera' il silenzio,
potro' dire
di essere
stato
vivo.

Pubblicato il 12/2/2008 alle 20.46 nella rubrica Poesie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web