Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

STAND BY ME

Ho rivisto "Stand By Me", nel caso di Stephen King, il primo film visto prima di leggere il libro. Molto diverso da tutte le produzioni kinghiane. Non un horror, un thriller, che si intreccia con la vita, con i suoi vari stadi. L'adolescenza, la voglia di crescere, di andare contro i "grandi", la voglia di fuggire, ma nel modo giusto, spensierato. La colonna sonora e' meravigliosa. Ricordavo una sola scena. Quella delle sanguisughe. Che identifico un po' come la scena di passaggio, quella in cui tutti i protagonisti, prendono coscienza del fatto che la loro "impresa" (i ragazzi protagonisti del film sono 4 amici che insieme vanno alla ricerca di un cadavere), è un modo per crescere.
La classica ricerca adolescenziale del "qualcosa piu' grande di noi", che in questo caso e' la visione di un corpo esanime.
Un film.
La vita.

"Camminammo tutta la notte e arrivammo a Castlerock alle 5 della domenica mattina, i primi di settembre, eravamo stati via solo 2 giorni, eppure la città sembrava diversa. Piu' piccola."

Voi cosa ne pensate di questa pellicola ?

Colgo l'occasione per augurarvi una buona pasqua, laica socialista e Behramiana.

Pubblicato il 22/3/2008 alle 2.44 nella rubrica Film e varie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web