Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

ITALIA SPAGNA: CHI BUTTI DALLA TORRES ? CI SIAMO ATTACCATI AL CAZ(ORLA).

Stavolta i rigori ci sono stati nemici.
Gli errori di De Rossi e Di Natale, ci mandano fuori dall'Europeo.
Il calcio è spietato, ma è anche matematico.
Se non la butti dentro non vinci.
Non si e' ripetuta la magia di Italia - Francia.
Eppure non abbiamo giocato male.
L'abulia di Toni, davanti si e' fatta sentire.
Stasera anche la cugina di Gilardino, sarebbe stata più incisiva.
Si ha subito l'impressione che la sfida odierna sia una finale anticipata.
La Spagna e' effettivamente la miglior squadra del torneo.
Quadrata, veloce, e con attaccanti che tengono continuamente sul "chi vive", la retroguardia.
Retroguardia italiana, che, ha in Chiellini il suo uomo migliore.
Non sbaglia un intervento che sia uno.
Lo stesso Panucci è preciso.
Pochi spazi per la Spagna.
Pochi tiri in porta.
E quando si arriva oltre i 16 metri, Buffon, dà continuamente l'idea di esserci.
Ed in effetti c'e'.
Dall'altra parte, Casillas, che e' il secondo portiere al mondo, Gigi e' tutt'ora insuperabile, dimostra di meritare il podio, quando salva, praticamente sulla linea, un tiro di Camoranesi, destinato in fondo al sacco.
Abbiamo pagato a caro prezzo, la poca vena del centravanti del Bayern Monaco.
Siamo stati salvati piu' volte dalla difesa.
E quando De Rossi e Di Natale, hanno permesso a Casillas di parare i loro tiri, ancora piu' grave quello dell'attaccante udinese, perche' successivo ad un errore spagnolo, che aveva rimesso in pari la situazione, è successo l'ineluttabile.
Non sfideremo la Russia (questo e' un bene, almeno evitero' problemi di coscienza sull'inno piu' bello tra le contendenti), le Furie Rosse, invece, continuano giustamente il loro cammino.
Aspetti positivi della serata: festeggia il Compagno Zapatero, e la semifinale Russia - Spagna, sara' uno scontro tra socialismi (attuali e passati).
Peccato che gli eredi del blocco sovietico, non avranno sulla maglia la meravigliosa scritta CCCP.
(Tra l'altro ho scoperto, che il tanto decantato compagno Stakanov, da cui il termine "stakanovista", pare non sia mai esistito, ma fosse un'invenzione di regime. Spero di svegliarmi domattina e scoprire che anche Calderoli e' tale. Ci credo poco pero'.)

Pubblicato il 23/6/2008 alle 2.10 nella rubrica Euro 2008.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web