Blog: http://GBestBlog.ilcannocchiale.it

QUANDO GIORGIO TORNERA'.....

Non c'e' laziale che non abbia a cuore Giorgio Chinaglia. Verita' assiomatica, ergo incontrovertibile. Indi faccio parte di tale categoria. Non e' la figura di Chinaglia a lasciarmi perplesso, ma e' l'uso che la fantomatica ditta farmaceutica ungherese ne sta facendo.
Vedere Giorgione assiso alla poltrona di Vicepresidente della SS Lazio 1900 sarebbe magnifico, ma sono i mezzi attraverso i quali ci si sta arrivando che non mi appaiono consoni.
In primis, se e' vero che la gestione Lotito non e' prodiga di esborsi, la si puo' comunque catalogare come la gestione del salvataggio, che consente, appunto di sperare che Chinaglia possa esercitare un ruolo istituzionale, in seno alla SS Lazio 1900, quella che e' sempre storicamente stata.
In secundis, se il compratore e' reale, e se e' vero che esistono degli obblighi imposti dalla Consob, e' anche vero che credo sia giusto che Lotito sappia con chi deve trattare. Che noi tifosi ne verremo a conoscenza o meno non e' fondamentale, ma che almeno l'attuale proprietario ne sia messo al corrente e' una conditio sine qua non.
Se organizzo una festa a casa mia di certo non lo faccio al buio.
In terza istanza, si stanno aizzando i tifosi in una battaglia che comunque non avra' vincitori, ma un solo vinto: il bene della Lazio.
Perche' il bene della squadra, termine del quale tutti si riempiono la bocca, ma non ne conoscono il sapore, e' che i tifosi siano in curva o nel resto dello stadio e la sostengano.
Due settimane orsono, nel giorno dello sciopero, ho sentito entrando allo stadio alcune persone dire: "Spero che il fatto che sto entrando allo stadio non mi cataloghi come sostenitore di Lotito!".....
Se il ragionamento entrando allo stadio deve essere questo stiamo uscendo fuori dai binari: dobbiamo essere della Lazio e basta e sostenerla fino in fondo.
Cio' che bisogna amare e' la maglia, le realta' umane sono fugaci e destinate a finire, l'ideale della maglia rimarra sempiterno nei secoli.
Quindi chiunque ci sia si sostenga solo la Lazio.
E Giorgione, a mio parere lo stanno usando come specchietto per le allodole.
Chi ha piu' di 20 anni ricordera' quando Chinaglia sbarco' a Roma come lo zio d'America dicendo di avere i soldi della Warner e della Coca Cola, che noi non abbiamo mai visto, e che lui non ha mai incassato riducendosi quasi sul lastrico.....
Non sono i nomi a fare i fatti ma solo le azioni....
E se anche Lotito non volesse vendere e' inutile accanirsi sulla sua persona, tacciandolo di muoversi nella Lazio per mero interesse personale, a meno che non siamo convinti che il gruppo farmaceutico magiaro non sia una copertura per una compagnia filantropica..... 

Consentitemi per lo meno di nutrire qualche ragionevole dubbio.
E comunque:

FORZA LAZIO. 

Pubblicato il 25/3/2006 alle 14.26 nella rubrica Sport.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web